Destinata in origine alle feste, ai balli e alle accademie, questa bellissima sala conserva inalterata la settecentesca decorazione a stucco di soffitto e pareti, cui i recenti restauri hanno restituito le cromie originarie. L’ambiente era parte integrante di quel Casino da Gioco o dei Nobili voluto dal duca Filippo e il cui progetto fu affidato nel 1763 all’architetto francese Petitot; gli stucchi, tuttavia, realizzati dal plasticatore di corte Benigno Bossi, si discostano sensibilmente dal progetto iniziale. Le sovraporte lungo i lati corti presentano gli emblemi della musica, della commedia, della geometria e della pittura. In posizione angolare, a raccordare plafone e pareti, quattro coppie di putti sorreggono serti di quercia entro cui è uno scudo con il caduceo di Mercurio: due serpenti, simboli di vigilanza, si avvolgono attorno a un bastone alato, che indica potere e intelligenza; i ramoscelli di alloro sono allegoria del potere.

Il Salone ospita alcune tra le più suggestive testimonianze conservate presso il Museo, riferibili sopratutto al periodo imperiale (1810-1814): la Corbeille de Mariage, un sontuoso centro stanza che in origine conteneva gioielli, abiti e accessori donato da Napoleone alla giovane consorte in occasione delle nozze; il rigoroso e ufficiale dipinto di Robert J. Lefèvre, che ci consegna l’immagine di Maria Luigia Imperatrice nel 1812; il prezioso ritratto di Napoleone realizzato a carboncino da François Gérard; ancora, il noto olio di Pierre-Paul Prud’hon raffigurante lo sfortunato Re di Roma in sembianze di Amore addormentato.

Al ricco abito da cerimonia del periodo ducale, si affiancano, contenuti in tre tavoli, oggetti e cimeli, principalmente di carattere privato, relativi alla famiglia imperiale, mentre in un quarto tavolo sono raccolti vari gioielli appartenuti a Maria Luigia, che costituiscono un suggestive esempio del valore privato e sentimentale rivestito da certi monili nella prima metà del XIX secolo.

 

 


J. R. Lefèvre - Maria Luigia Imperatrice F. Gérard - Ritratto di Napoleone Bracciali con occhio e con ritratto del Neipperg
 
Bracciale con capelli di Albertina Montenuovo P.P. Prud'hon (?) - il Re di Roma addormentato  

 

 


© copyright Fondazione Monte di Parma - Tutti i diritti riservati - e-mail: glaucolombardi@libero.it
english version